Beatrice Mazza, Under Armour e City Zen Milano. Tre ingredienti perfetti per un training super!

Un giorno qualsiasi del mese di luglio, nel mezzo di questa calda e ventilata estate, con cieli azzurri e vacanze di là da venire, ecco una mail che può cambiarti il pomeriggio e le prospettive. La possibilità di poter fare una sessione di allenamento, yoga e funzionale, con la trainer Beatrice Mazza, in collaborazione con il brand Under Armour nello splendido centro City Zen Milano. Con noi anche Alice Turchini, una giovane e brava fotografa, che ha fatto scatti davvero notevoli fermando momenti intensi.

I tre ingredienti che, sapientemente mescolati, hanno reso un giovedì qualsiasi del mese di luglio, la mattinata perfetta per affrontare tutta la giornata, forse addirittura anche tutto il weekend.

Non conoscevo personalmente Beatrice Mazza, anche se la seguo da parecchio tempo sui suoi canali social, dal profilo Facebook a Istagram e a volte seguo, non con una certa ammirazione, i tutorial che posta sul suo canale youtube, ma avere l’occasione di fare una lezione individuale.. beh, è davvero il top. E quindi non mi sono lasciata sfuggire la possibilità che mi è stata offerta da Under Armour.

Non conoscevo neanche lo spazio City Zen Milano. Un luogo meraviglioso. Pratico yoga con una certa incostanza e solo in palestra, e decisamente l’ambiente è totalmente differente. Qua sei accolta da una luce avvolgente che entra dalle enormi vetrate, dal calore dei pavimenti in legno e dall’arredamento essenziale ma confortevole. Grandi stanze dove fare pratica, un grande spazio con divani bianchi e tavoli e sedie e panche in legno semplici e di una bellezza incredibile. Sono rimasta affascinata. Per non parlare dello spogliatoio. Ampio, spazioso, luminoso.

Il brand Under Armour invece lo conosco e lo utilizzo, sia per correre che, in questo caso, fare training. Qui, ad esempio, trovate una mia recensione sull’abbigliamento indossato qualche mese fa. Il brand ha organizzata questa mattinata tutta al femminile, come la sua filosofia sposa, la donna come forza e determinazione, con una volontà ferrea che le permette di raggiungere traguardi impensabili.
Nell’allenamento ho avuto modo di testare la Canotta threadborne train Wordmark, i pantaloncini Play Up con le tasche, di un tessuto morbidissimo, entrambi in una colorazione glicine perfetta per l’estate, e il reggiseno sportivo Eclipse, a medio impatto, ottimo per lezioni dove gli esercizi principali sono torsioni, rotazioni, affondi, plank, squat, insomma tutto il circuito che mi ha fatto fare Beatrice oggi.

Dopo questa breve, ma non brevissima, introduzione sugli ingredienti principali che hanno reso questa mattinata speciale, vorrei dire qualcosa sul perfetto risultato dopo l’energica ma nel contempo delicata sessione di workout. Beatrice è una persona splendida, davvero. Due occhi azzurri che neanche il mar dei Caraibi in un giorno limpidissimo, una dolcezza nei modi e nella voce che non fa a pugni con la fermezza e la consapevolezza delle cose che dice, della postura da mantenere, negli esercizi da eseguire.

E poi mi accoglie con uno splendido sorriso dicendomi: tu si vede che fai sport. Non è forse il miglior complimento del mondo se il tuo impegno si vede nei muscoli che porti in giro? Beh, io ne vado orgogliosa con la fatica che faccio, per lo meno per il tempo che ci dedico. Beatrice mi piace subito.

Entriamo nella sala a noi riservata, uno spazio luminosissimo con finestroni che danno su cortile silenzioso. L’aria è calda, mi chiede alcune informazioni sugli sport che pratico e su cosa vogliamo fare in questa ora tutta nostra. Le dico che sono nelle sue mani, faccia di me quello che vuole. Faccio tutto, la trainer è lei e io non ho nessuna intenzione di contraddirla. Con noi c’è anche Alice, la fotografa, che ha fatto scatti davvero notevoli.

Facciamo esercizi di equilibrio, addominali sui quali mi dice di insistere molto, molto di più, che per i runner sono fondamentali mentre io non è che ne faccia poi molti, squat e affondi tutti rivisitati rispetto agli esercizi classici che sono solita fare. Usiamo la palla, gli elastici (ecco finalmente che scopro il vero utilizzo), i plank con accorgimenti che li rendono più difficili, esercizi di equilibrio che mi servono sempre, e a mia difesa le dico che invece su questi insisto molto anche a casa utilizzando la tavoletta propriocettiva, torsioni e qualche posizione yoga.

L’ora vola, c’è tempo ancora per qualche chiacchiera e un caffè e poi è ora di affrontare la giornata. Certo che con questo risveglio i pensieri prendono tutta un’altra direzione. Esco nel sole, col vento nei capelli, più leggera e tranquilla e mi dico che sarebbe bello iniziare tutte le mattine in questo modo. Ci farò un pensierino più profondo sicuramente.

#IWill #UnlikeAny

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *